Biblioteca Comunale

La Biblioteca comunale di Lula è un servizio di base per la lettura pubblica.

Il regolamento del 1974 chiarisce che ''ha per scopo di fornire gratuitamente a tutti i cittadini, senza limitazione alcuna, un moderno servizio pubblico di lettura quale strumento primario di formazione ed elevazione culturale e spirituale'.

RAGGIUNGERE LA BIBLIOTECA

Indirizzo: Via Repubblica - 08020 LULA (Nu)
Telefono: 0784 416894
Fax: 0784 416427 (Comune di Lula)
Email: biblioteca@comune.lula.nu.it - bibliolula@yahoo.it
Pagina Facebook



ORARI DI APERTURA

La Biblioteca apre 5 giorni alla settimana, dal lunedì al venerdì, con i seguenti orari:

 MattinoPomeriggio
 dalle orealle oredalle orealle ore
lunedì     15.30 18.30
martedì 10.30 12.30 15.30 18.30
mercoledì     15.30 18.30
giovedì 10.30 12.30 15.30 18.30
venerdì 10.30 12.30 15.30 18.30

 

PER UNA MISSION COMUNE

La Biblioteca di Lula fu istituita ''per assolvere a uno dei più elementari compiti di informazione sociale e di sano incontro tra le più diverse categorie di cittadini'' sulla base delle esigenze ''di istruzione e di aggiornamento culturale'' (delibera C.C. n. 30/1974).

Il Manifesto IFLA/Unesco delle biblioteche pubbliche amplia e chiarisce il concetto dicendo cosa sono le biblioteche e cosa devono fare. Il manifesto, che è del 1994, è ancora di una modernità sorprendente. Può essere reperito al seguente indirizzo:

https://www.ifla.org/files/assets/public-libraries/publications/PL-manifesto/pl-manifesto-it.pdf

Nel perseguire la mission, la Biblioteca si avvale da decenni del supporto del Consorzio per la pubblica lettura ''Sebastiano Satta'' di Nuoro con la quale è consorziata.

IL PATRIMONIO

Il patrimonio bibliografico consta di circa 14.000 documenti, 1.900 dei quali sono multimediali.

I documenti sono disponibili per il prestito, la consultazione o la visione in sede. Sono sistemati in scaffali aperti e articolati in servizi e sezioni per una maggiore accessibilità e fruibilità da parte degli utenti.

Il patrimonio è stato incrementato negli anni. La Regione Sardegna concede i contributi per gli acquisti sulla base di richieste annuali da presentare a norma di legge (L.R. 14/2006). Il Comune di Lula si sforza di sopperire all'assenza o carenza di contributi degli ultimi anni.

La programmazione degli acquisti tende a sviluppare e adeguare le collezioni alle novità del mercato editoriale, in equilibrio fra le necessità oggettive e le richieste degli utenti che frequentano la biblioteca.

I SERVIZI

Per molti anni il patrimonio documentale è stato esclusivamente librario. Nel tempo la Biblioteca ha accresciuto la sua capacità di offerta rendendola variegata con l'acquisto di documenti in diversi supporti; si è dotata della tecnologia informatica a disposizione degli utenti; ha allargato le sezioni dedicate alle giovani e giovanissime generazioni; ha creato lo spazio ''primi lettori''; ha reso la struttura adattabile a luogo di incontro e di fruizione delle attività culturali e degli spettacoli; ha concepito i suoi spazi come potenzialmente modificabili e aperti ad una più agevole e collaborativa fruizione dei servizi.

Per usufruire di ciò che la Biblioteca offre bisogna iscriversi. L'iscrizione è gratuita, ma occorrono:

  • un documento d'identità;
  • la firma di un genitore per i minori.

1. Reference

Il personale fornisce informazioni anche di carattere generale, guida alla conoscenza dei servizi e assiste nelle ricerche bibliografiche.

2. Informazioni sul paese e sul territorio

In molti si rivolgono alla biblioteca per avere informazioni non strettamente legate alla sua funzione. Le domande più frequenti riguardano il paese: i luoghi, i servizi, gli eventi, ecc.

3. Catalogo

Il catalogo della Biblioteca è consultabile nel sito del CONSORZIO PER LA PUBBLICA LETTURA ''S. SATTA'' che provvede alla catalogazione centralizzata del patrimonio documentale. L'indirizzo: http://5.99.143.59/sosebi_opac/

4. Lettura e consultazione in sede

In Biblioteca è possibile leggere libri e giornali, studiare, consultare enciclopedie o altri documenti, fare ricerche scolastiche, ecc.

5. Prestito

Per usufruire del prestito bisogna iscriversi. Il servizio è gratuito. Sono esclusi dal prestito: le enciclopedie, i dizionari, gli ultimi numeri dei quotidiani e dei periodici, le tesi di laurea, le opere fuori catalogo e, inoltre, i CD musicali, gli audiolibri e i DVD ancora protetti dalle norme sul diritto d'autore, ecc.

6. Prestito interbibliotecario

La richiesta di un libro non in catalogo può essere soddisfatta ricorrendo al prestito interbibliotecario. Fra le biblioteche del Consorzio ''Sebastiano Satta'' il prestito è gratuito.

7. Informazioni bibliografiche

Il servizio fornisce informazioni sul patrimonio della Biblioteca e sugli strumenti necessari per fare una bibliografia. Fornisce, inoltre, informazioni e assistenza per identificare e localizzare altre opere richieste.

8. Internet

Il servizio è erogato in coerenza con la funzione e la mission delle biblioteche pubbliche. Per l'utilizzo di Internet occorre l'iscrizione apposita. Per i minori, l'iscrizione deve essere fatta da un genitore. In genere non occorre prenotarsi.

9. Wi-Fi

Gli iscritti possono accedere al servizio Internet anche dai propri dispositivi, utilizzando la rete wireless.

10. Visione in sede

L'attrezzatura informatica (PC, stampanti, scanner…), oltre che per Internet, può essere utilizzata per la videoscrittura, la visione di documenti, l'ascolto di musica, la stampa, la scannerizzazione...

11. Visite guidate

È possibile visitare la Biblioteca con la guida del bibliotecario. Le visite sono utili per imparare ad orientarsi fra gli spazi e i servizi, in particolare della Sezione Ragazzi. Le visite si organizzano in modo diverso a seconda dell'età e del numero degli studenti. Gli insegnanti che intendono usufruirne, devono prima concordare la data con il bibliotecario. Chi vorrà usufruire del prestito in tali occasioni dovrà essere iscritto alla Biblioteca con le modalità consuete.

12. Attività culturali

Cercando di interpretare la realtà circostante per dare concretezza alla sua mission e/o alla volontà deliberativa dell'Ente, la Biblioteca di Lula progetta e/o organizza attività ed eventi culturali anche in collaborazione con le associazioni e le istituzioni del Territorio, supportata da altri servizi comunali nella gestione e nell'organizzazione.

LE SEZIONI

Novità

Gli ultimi arrivi sono esposti, in tavoli adibiti allo scopo, di fronte alla porta di accesso in sala.

Primi lettori

La biblioteca ha in catalogo una serie di libri a disposizione dei lettori piccolissimi.

Ragazzi

La sezione dedicata ai ragazzi comprende libri sui più svariati argomenti e molti di narrativa. Ai lettori giovanissimi (con accompagnatori) è dedicata una sub sezione in uno spazio di fianco a quella dei ragazzi. Il luogo è comodo e coloratissimo per favorire la lettura giocosa e rilassata. Nella sezione è presente uno spazio multimediale.

Giovani adulti

Uno scaffale della Biblioteca è dedicato agli adolescenti. Le novità della sezione sono visibili in un apposito espositore. Scaffale ed espositore, seppure spostabili perché muniti di ruote, sono ben visibili dall'ingresso.

Emeroteca

È lo spazio dedicato ai quotidiani e ai periodici. I due quotididiani sardi sono consultabili on line.

Narrativa

Vi si trovano i libri di poesia e di narrativa di autori italiani e stranieri.

Libri in Lingua

La sezione consta dei volumi in lingua straniera, perlopiù in lingua inglese.

Saggistica

Comprende i libri non compresi nella sezione narrativa.

Multimediale

La sezione è dotata di n. 5 PC, tre stampanti, uno scanner e cuffie. Il patrimonio di documenti consta di un considerevole numero di DVD, VHS, CD e CD Rom presenti in catalogo e disponibili sia per la visione o l'ascolto in sala sia per il prestito. A questa sezione viene dedicato uno spazio anche per i ragazzi.

Shoah

I volumi sullo sterminio degli ebrei sono sistemati in alcuni palchetti dedicati all'argomento. La sezione comprende anche libri per bambini e ragazzi.

Sardegna

La sezione è dedicata alla Sardegna e agli autori sardi e comprende opere di narrativa e di vari argomenti (filosofia, religione, sociologia, antropologia, fotografia, natura, musica, storia, geografia...

Locale

I libri sull'argomento Lula o di autori lulesi sono sistemati in alcuni palchetti ad essi dedicati.

Mostra permanente

Negli orari di apertura della Biblioteca si può visitare la mostra fotografica di Domenico Ruiu ''Il Monte Albo'', permanentemente esposta nella sala di tutti i servizi. Risale al 1990. Si tratta quindi di una mostra storica. Il tema, come anticipa il titolo, è il monte di Lula con la sua flora e la sua fauna.

LE STRUTTURE

LA SEDE ATTUALE

La Biblioteca è ubicata in Via Repubblica, al piano terra dei locali conosciuti a Lula come ''Centro Plurimo''.

La struttura che la ospita rispetta la concezione di un open space, di uno spazio aperto che annulla nella fluidità ogni possibile gerarchia spaziale attribuendo così pari rilevanza ai servizi offerti e alle sezioni presenti. La compenetrazione degli spazi crea, inoltre, un unicum multiforme che incentiva la comunicazione e la socializzazione, permette di avere costantemente sotto gli occhi l'offerta documentale e rivela un carattere d'attualità e una più facile possibilità di gestione della Biblioteca di Lula come one person library.

Il trasferimento in questa sede definitiva, ricavata da un preesistente architettonico già qualificato come Scuola Media, è stato testimonianza della volontà di dare al luogo una centralità di funzione istruttiva - formativa. Infatti, sebbene la struttura sia marginale rispetto al centro sociale e urbano, dista a un tiro di schioppo dal caseggiato scolastico e, più ancora, dalla palestra comunale e dal parco-giochi. Inoltre, in tempi abbastanza recenti, era stata individuata come sede della nuova Scuola Materna, peraltro edificata solo in parte al primo piano dello stabile a causa della riduzione del numero degli alunni e della conseguente contrazione delle classi.

La fluida e dinamica sistemazione dei servizi nei nuovi spazi voleva anche essere la premessa necessaria per adoperarsi a concretizzare la mission bibliotecaria nel senso che la contemporaneità esige: di una piazza di saperi e di cultura plurimediale.

 

LE VECCHIE SEDI

Secondo la memoria popolare, alla sua nascita la Biblioteca fu ospitata, pare gratuitamente, in p.zza Rosa Luxemburg, in locali di terzi.

Con l'edificazione della nuova struttura comunale in Via dei Mille, e con il trasferimento di tutti gli uffici in quella sede, nacque l'idea di destinare a biblioteca i vecchi locali di Via Municipio.

Alcune gestioni ''provvisorie'', in realtà, vi erano state già ospitate.

L'idea di riadattarlo, per farne la sede definitiva del servizio culturale, divenne volontà ufficiale con un atto deliberativo di Consiglio del 29 febbraio 1984.

La deliberazione si concretizzò in un intervento di ristrutturazione e riqualificazione dello stabile che allora constava di:

  • Piano terra : ingresso da Via Municipio, stanza laterale + 2 vani con accesso da Via G. Asproni e vano scala.
  • Piano 1° : 2 vani + servizi.

Il restauro trasformò le piccole stanze in salette, con la demolizione di muri e la dotazione di nuove porte. Il risultato fu il seguente:

  • Piano terra : ingresso da Via Municipio, stanza laterale comunicante con una saletta che manteneva anche l'accesso da Via G. Asproni e 1 vano scala che ospitava i servizi.
  • Piano 1° : 2 salette comunicanti con accesso indipendente dal vano scala.

Lo stabile così ristrutturato fu sede della Biblioteca fino al 2007. A seguito del trasferimento del servizio ai locali del Centro Plurimo, è stato riadattato a Centro di Aggregazione Sociale.

STORIA DI APERTURE

La Biblioteca comunale di Lula è nata nel 1974.

Il Consiglio comunale allora in carica, riunito nella sala delle adunanze consiliari alle ore 19:30 del giorno 11 maggio, con la delibera n. 30 istituì quest'importante servizio culturale, lo regolamentò e lo dotò di locali. Il Sindaco Giuseppe Deiana presiedette l'adunanza assistito dal segretario Dr. Vincenzo Romano.

La somma totale stanziata allo scopo ammontava a Lire 700.000. Per l'acquisto di libri, pubblicazioni ecc. furono previste Lire 400.000. Con Lire 250.000 furono affrontate le altre spese: pulizia, riscaldamento, illuminazione dei locali…

A gestirla furono chiamati dei volontari.

Tredici anni dopo fu deliberata l'idea di cooperare con altre biblioteche per raggiungere obiettivi altrimenti irraggiungibili (aggiornamento del personale, sostegno e supporto tecnico-gestionale, collaborazioni diverse…). Nella seduta delle ore 19:00 del 4 maggio 1987, presieduta dal Sindaco Annita Pisanu con l'assistenza del segretario comunale Dr. A. M. Serusi, il Consiglio comunale del periodo deliberò, infatti, l'adesione al ''Consorzio per La Pubblica Lettura Sebastiano Satta'' che nasceva con l'aumento degli enti costitutivi del ''Consorzio per la Biblioteca S. Satta''. La delibera, la n. 29 del Consiglio, fu adottata nella sala delle adunanze del nuovo Comune, in Via Dei Mille. In quegli anni, la Biblioteca comunale fu ospitata nella sede vecchia dell'Ente, in Via Municipio. Il personale continuava ad essere precario.

L'Amministrazione di Mariangela Marras arredò la Biblioteca con scaffali, tavoli e sedie ma la gestione continuò ad essere precaria nell'alternanza e poi cessò per qualche anno.

Fu il Commissario Straordinario Giovanna Agostina Sanna Flamini che, nel 1997, cominciò a far rinascere la Biblioteca comunale dalle sue ceneri, modificandone il funzionamento in modo significativo. L'idea viaggiava dal 1994, da quando, cioè, un nutrito gruppo di giovani firmò una petizione con la quale gli chiedeva di farlo. Con il suo atto n. 317 in data 31.12.1997, il Commissario diede ai giovani una risposta concreta: disegnò infatti la nuova pianta organica dell'Ente reinserendo la figura dell'istruttore culturale-bibliotecario, già prevista nel 1982 e andata persa nei meandri della legge. Con un atto successivo, il n.17 del 24.03.1998, diede il volto definitivo a quella figura ricorrendo alla Mobilità Orizzontale del personale già in servizio nel Comune e in possesso dei requisiti richiesti per quel profilo professionale. Con decorrenza 01.04.1998, la Biblioteca comunale di Lula cominciava così un nuovo percorso con l' intenzione di continuità deliberata.

La riapertura suscitò un interesse notevole intorno alla Biblioteca: un folto numero di lulesi si iscrisse ai servizi e la caratterizzò di vitalità e di partecipazione anche alle iniziative culturali portate avanti in quegli anni. Le battute d'arresto non erano però finite: nell'autunno del 2005, una crepa nei solai impose la semi-apertura.

La sofferenza del servizio durò fino al 2007, quando il sindaco Gavino Porcu destinò a biblioteca i locali del centro plurimo e avviò, nel contempo, un'intensa attività culturale. Nella ''nuova'' sede i problemi furono di isolamento e coibentazione dei solai, risolti dall'Amministrazione di Mario Calia.


Eventi Correlati

Condividi: