Arrampicata Sportiva sul Monte Albo

Arrampicata Sportiva sul Monte Albo

Le vie di arrampicata

Il Monte Albo offre diverse vie di arrampicata su roccia di carattere alpinistico, l'attività 'verticale' che più incontra le preferenze di un vasto pubblico, e si svolge in relativa sicurezza su percorsi preventivamente attrezzati. 

Queste vie si trovano nel versante sud occidentale del Monte Albo, che è Sito di Interesse Comunitario, uno scrigno di biodiversità nel cuore della Sardegna. Il suo territorio fa parte della prima Riserva di Biosfera nell'isola (dal 2017), l'Area MaB UNESCO "Tepilora, Rio Posada e Montalbo". Il riconoscimento come Riserva della Biosfera intende favorire un processo di sviluppo sostenibile nella popolazione locale, promuovendo le attività tradizionali (agricoltura e artigianato) e rafforzando la consapevolezza della necessità di conservare la biodiversità naturale e coltivata, la qualità dell’acqua, degli habitat e delle specie, la diversità culturale, archeologica e di paesaggio. In questo contesto si possono quindi, anche sviluppare e promuovere varie attività outdoor, tra cui l'arrampicata sportiva.

Il Monte Albo ha ancora molto da offrire in ottica sportiva, cioè riguardo arrampicate che presentino criteri di sicurezza richiesti per la fruizione di un vasto pubblico di turisti e appassionati, con un particolare occhio ai principianti.

Nel 2016, una di queste falesie, nella zona nota come Coa 'e Littu, è stata totalmente risistemata, seguendo questi criteri, dal noto arrampicatore Maurizio Oviglia, considerato uno dei massimi esperti internazionali di attrezzatura delle falesie. Il Comune si è dunque avvalso della sua collaborazione per trasformare la falesia, che versava in stato di abbandono, in un sito apprezzato da tutti gli appassionati, ravvicinando i chiodi, pulendo gli itinerari e disgaggiando le rocce instabili presenti in parete. La falesia conta al momento una ventina di itinerari dal livello 4 al livello 7, raggiungibili in circa 15/20 minuti a piedi dal parcheggio, lungo un comodo sentiero. Le vie si svolgono su roccia ottima, i chiodi sono tutti di acciaio inox come prescrivono le norme europee, infissi a distanza ravvicinata secondo i canoni dell'arrampicata sportiva dettati dal COSIROC francese.

Nel 2019 sono stati recuperati, con le medesime modalità, due nuovi settori sullo stesso versante del Monte Albo. Si tratta delle falesie conosciute come Uselia e Su Pertusu, raggiungibili con lo stesso sentiero con partenza dalla fonte posta sulla stretta strada asfaltata, 500 metri dopo aver lasciato la strada che va alla Chiesa del Miracolo. Uselia e Su Pertusu sono settori più difficili di Coa ‘e Littu, destinati ad arrampicatori più esperti ed esigenti. Ad Uselia (21 vie) si trovano itinerari di 25 metri massimo principalmente su muro verticale e placca tecnica, mentre a Su Pertusu (19 vie) strapiombi e vie di fessura con sviluppo sino a 20 metri. Non mancano comunque, anche in questi due settori, vie facili destinate ai principianti.

 

Accesso e Avvicinamento

Falesia Coa ‘e Littu - Accesso stradale: dal paese di Lula (13 km dalla SS131 lungo la SP73) seguire le indicazioni per la Chiesa del Miracolo. Prima di raggiungerla, su una dorsale panoramica, una stretta strada asfaltata si dirama sulla destra. Seguirla sino al suo termine e parcheggiare facendo attenzione a non ostruire il passaggio. Avvicinamento: scavalcare la recinzione e seguire un sentiero in graduale salita diagonale verso le pareti. Dopo 15 minuti, segue un tornante, raggiungere la falesia di Coa ‘e Littu sulla destra (15/20 minuti dall'auto).

 

Falesia di Uselia e Su Pertusu -  Dopo aver lasciato la strada per la Chiesa del Miracolo e imboccato la stretta strada asfaltata, seguirla sino al primo spiazzo sulla sinistra in corrispondenza di una fonte. Aprire (e chiudere) la recinzione e continuare sull’unico sentiero ben tracciato sino ad un grosso masso di calcare. Proseguire, oltrepassare una porta metallica e salire a mezzacosta. Dopo una piccola discesa si incontra la deviazione a sinistra per il Settore Su Pertusu. Lo si raggiunge con ripida salita (25 minuti dall’auto). Per Uselia invece proseguire a mezzacosta con lieve salita sino alla parete (25 minuti dall’auto).

Le suddette falesie sono frequentabili sia in inverno che in estate, con la preferenza del pomeriggio in inverno e la mattina in estate.

IMPORTANTE

Siate rispettosi dell'ambiente con comportamenti responsabili, limitando l'impatto ambientale e rispettando la vegetazione spontanea e la fauna selvatica e domestica. Non abbandonare rifiuti, non accendere fuochi e non asportate e non alterate in alcun modo le attrezzature delle falesie. Parcheggiare in modo discreto sulla stradina e richiudere le recinzioni presenti lungo il sentiero. 

_____________

Un articolo di Maurizio Oviglia ha presentato la falesia di Coa 'e Littu sul più accreditato sito europeo di arrampicata e alpinismo Planetmountain:

Arrampicata sportiva a Lula, la nuova falesia in Sardegna - Sport climbing at Lula, the new crag in Sardinia

Allegati

Condividi: